Bucovina nel Cuore dei Carpazi

Tradizioni vive, passeggiate nella neve; laboratori di danza, pittura, e cucina; impianti sciistici e hotel con Spa, nella regione famosa al mondo per i magnifici Monasteri dipinti, patrimonio Unesco in Romania.

Da sabato 19 gennaio a giovedì 24 gennaio 2019

Un viaggio targato VianDante, verso una destinazione dove non transitano le classiche rotte del turismo. Tra i monti più leggendari d’Europa, i Carpazi, incontreremo una regione e un popolo che mantengono vive tradizioni centenarie. La Bucovina, regione attualmente divisa tra la Romania e l’Ucraina, nasce con l’Impero Asburgico. Conserva tutt’ora quel segno austero tipico dei popoli mitteleuropei che, insieme e ben mescolato alle più autentiche tradizione moldave, ne fa una regione unica nel suo genere.

Caratteristica di questo viaggio sarà la neve. Ne troveremo speriamo tanta, ma non tantissima da crearci intralci negli spostamenti! Neve che dipinge i paesaggi dei Carpazi a pennellate naif.

Soggiorneremo 5 notti nello stesso Hotel, il Dorna, un 4 stelle con una piscina coperta con acqua calda e una vasta zona Spa con saune di diversi tipi dove ogni tardo pomeriggio potremmo rilassarci. L’accesso alla Spa è compreso nella quota.

L’hotel inoltre si trova adiacente all’impianto di risalita della stazione sciistica di Vatra Dornei, dove sarà possibile, per chi vuole, affittare materiale tecnico per sciare.

Viaggio esperienziale alla scoperta di una cultura, a mò di VianDante: parteciperemo ad alcuni laboratori dove dei maestri del ballo, della pittura e della cucina insegneranno la loro arte. Entreremo nelle case nei villaggi dove l’orologio del tempo si è rotto.

Cammineremo tra la neve dei Carpazi, oppure cavalcheremo una slitta trainata da cavalli. Assisteremo a delle manifestazioni tradizionali tipiche dell’inverno della Bucovina. Ci uniremo a canti e balli della tradizione carpatica. E mangeremo con loro.

Clou culturale del viaggio sarà la visita insieme alla nostra guida Valeria Nicu che ci condurrà tra i magnifici e unici al mondo (tanto da meritare l’inserimento nel patrimonio mondiale dell’Unesco) Monasteri della Bucovina, affrescati sia all’interno che all’esterno con splendide immagini variamente colorate e incredibilmente conservatesi (per la maggior parte) fino ad oggi. Tra i più significativi esempi visiteremo la “cappella sistina dei Carpazi” col suo Giudizio Universale blu lapislazzuli.

 

PROGRAMMA

sabato 19 gennaio

  • Volo Bologna-Suceava, Romania
  • partenza 9:00
  • Arrivo 12:00
  • Visita di Suceava, già colonia dacica e fiorente capitale della Moldavia, sede dell’antica Corte dei signori locali. Su una collina a nord-est del centro, immersa nel verde, si erge la “Cittadella del trono della Moldavia”, dove si succedettero i voivoda fino al grande Stefan cel Mare, strenuo difensore e baluardo della cristianità contro gli Ottomani.
  • Passeggiata al Castello – pranzo libero
  • Trasferimento in autobus a Vatra Dornei “la perla dei Carpazi”
  • Arrivo e sistemazione presso l’Hotel Dorna**** (a pochi metri dalla teleferica per gli impianti sciistici; SPA e piscina al coperto a disposizione gratuita degli ospiti)
  • cena in hotel

domenica 20 gennaio

  • Giornata dedicata alla scoperta di due monasteri inclusi dall’Unesco nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità e alla pratica della danza tradizionale.
  • Mattina visita del Monastero di Humor. Raccolto in una silenziosa valle, conserva stupendi affreschi esterni del 1535, famoso per la rappresentazione dell’ Assedio di Costantinopoli.
  • A seguire visita del Monastero di Voronet del XV sec., la “Cappella Sistina dei Carpazi”, celebre per ”l’azzurro di Voronet” ottenuto dalla frantumazione del lapislazzulo.
  • Pranzo libero in loco.
  • Pomeriggio trasferimento all’agriturismo Melios nella campagna di Ciocanesti, dove i più arditi si cimenteranno in uno stage di danze carpatiche, i più golosi in uno stage di cucina delle diverse varianti della ciorba, la deliziosa zuppa locale; infine i più viziosi impareranno a fare la “tuica fiarta”, ovvero la grappa dei Carpazi.
  • Cena da Melios con musica e danze.

lunedì 21 gennaio

  • Giornata dedicata alla conoscenza delle più autentiche tradizioni della Bucovina: saremo nelle sapienti mani di Marilena e di Viorica, due signore che vivono nel villaggio Ciocanesti famoso per le case decorate esternamente con motivi dei costumi tradizionali.
  • Ci guideranno alla visita del Museo Etnografico e del Museo delle Uova dipinte dove Marilena ci metterà in mano un pennello e ci insegnerà la tecnica tradizionale di pittura delle uova. Entreremo poi a casa di Viorica, in un angolo verde dei monti carpatici dove alleva trote e bovini: ci guiderà nella cucina tradizionale della Bucovina (sai come si fa il formaggio?) che gusteremo insieme a pranzo. Poi andremo a conoscere l’antica arte della tessitura e vedremo come sia viva ancora la tradizione della lavorazione del ferro.
  • Rientro e cena in hotel

martedì 22 gennaio

  • Continueremo a scoprire la Bucovina visitando due famosi monasteri, Moldavita e Sucevita, inclusi dall’Unesco nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità per i loro incredibili affreschi sulle pareti; inoltre ci immergeremo nella conoscenza della ceramica nera dacica, un unicum nel panorama odierno ceramico europeo.
  • Mattina visita del Monastero e del Museo di Sucevita, del XVI secolo. Cinto da imponenti mura, detto il “gioiello verde” per il dominante colore verde degli affreschi esteriori. A seguire andremo al centro artigianale della ceramica nera di Marginea dove seguiremo dal vivo l’intero percorso produttivo.
  • Pranzo libero
  • Prima di rientrare in hotel visita del Monastero e del Museo di Moldavita, raccolto centro di una fiorente comunità monastica femminile dedita alle arti della tessitura e pittura di icone.
  • Rientro e cena in hotel

mercoledì 23 gennaio

  • Giornata in quota. Andiamo a conoscere “di persona” i Carpazi. Salita di 30 minuti in seggiovia in mezzo a boschi di faggio. Arrivo ai 1300 m (partenza pista sciistica “Dealul Negru”); passeggiata tra i boschi di un’oretta; poi vera avventura  con la slitta trainata da coppie di cavalli tra la neve. Pranzo tradizionale in baita. A seguire rappresentazione delle tradizioni invernali locali.
  • Discesa in seggiovia (25 minuti).
  • Pomeriggio libero per Vatra Dornei.
  • Cena in albergo, festa finale.

*programma alternativo: per gli amanti dello sci possibilità di recarsi in teleski alle piste “Parc” e “Veverita” nei pressi dell’Hotel Dorna (piste innevate anche artificialmente + possibilità di noleggio sci + pista “Baby ski” e scuola di sci)

24 gennaio 2018

  • 7,30 Colazione e partenza per l’aeroporto di Suceava
  • 12,30 Volo da Suceava
  • 13,40 Arrivo all’Aeroporto di  Bologna